Vai ai contenuti
Vai al menu del sito

rss twitter youtube facebook livestream
webmail

torna su



Sei qui: HOME > In evidenza

Territorio
Frazione Macchia, affidati i lavori per il rifacimento di Piazza del Popolo e Via Caramanica. Sindaco: “Ecco i progetti futuri”

Bookmark and Share
Data: 14.01.2021

Nell’anno del Covid una statua di San Camillo, patrono dei malati e degli operatori sanitari, sarà allocata nella piazza centrale della frazione Macchia.

La Giunta ha approvato i progetti esecutivi e sono stati affidati i lavori per la manutenzione straordinaria nella Frazione Macchia sia della Piazza del Popolo, luogo antistante la chiesa di Santa Maria della Libera, che di Via Caramanica. Il Sindaco d’Arienzo: “Importanti progetti stiamo mettendo in campo per Macchia”.

I lavori nella Piazza del Popolo prevederanno la sistemazione della pavimentazione, la revisione dell’impianto di pubblica illuminazione, l’acquisto di elementi funzionali all’utilizzo della piazzetta (panchine con tavoli, cestini, ecc…). “La zona interessata necessita di un adeguato intervento di riqualificazione, al fine di renderla più accogliente e quindi maggiormente fruibile, con evidenti ricadute positive anche dal punto di vista sociale” – specifica il Consigliere comunale con delega alla frazione Macchia, Vittorio de Padova, che aggiunge - “Sono stati affidati anche i lavori per la manutenzione straordinaria di Via Caramanica che prevedono la messa in sicurezza e il rifacimento del manto stradale”.

“Macchia avrà un nuovo depuratore, l’ampliamento del Cimitero, il completamento della rete idrica, l’allargamento della litoranea, il Centro comunale di raccolta rifiuti, l’impianto di trattamento e recupero della plastica, il piano delle coste ed è inserita nelle Zone economiche speciali” – dichiara il Sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo d’Arienzo, che aggiunge  - “Stiamo investendo nella Piana di Macchia più di 15 milioni di euro per interventi che aspettano di essere realizzati da più di 30 anni”.

Per il Primo cittadino, inoltre – “Simbolica è la scelta di allocare la statua di San Camillo nel centro della Piazza. Con Padre Alfredo, i Camilliani e la comunità di Macchia abbiamo condiviso questa scelta in questo particolare momento storico, quello in cui questo virus mette al centro proprio i malati e gli operatori sanitari”.

torna su